Effetto squadra: uno dei fattori che hanno fatto la differenza

effetto parma bosi piastri buetto

Un aspetto che ho verificato da cronista in questi 5 anni, e che credo sia stato molto sottovalutato da tutti gli avversari, è che Effetto Parma non è nato come lista, ma come gruppo di persone, spesso di veri e propri amici.

Poi possono piacere o no, loro e le loro idee. Ma non si resiste a uno tsunami come l’uscita dal movimento politico più forte in Italia se non c’è dietro questo spirito di squadra. Che tanto più ha risaltato quanto più, dall’altra parte, si sono viste le divisioni e le diffidenze che si registravano soprattutto in casa Pd.

La foto comparsa in queste settimane su Facebook ne è la dimostrazione e mette insieme tre pilastri di questa squadra: da destra il futuro vicesindaco Marco Bosi (dopo 5 anni da capogruppo), poi la “first lady” Cinzia Piastri (attivissima nel movimento quanto appartata nelle dichiarazioni) e poi Nadia Buetto: 5 anni da attivista e poi l’impegno diretto da candidata e quindi da consigliera.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...