Parma: impressioni di settembre

fb

L’articolo, questa volta, non lo scrivo io, ma lo ricavo mettendo insieme alcune delle ultime affermazioni registrate nella cronaca politica, dal post su facebook del sindaco Pizzarotti (da cui è tratta anche la foto) ad alcune delle più recenti critiche, dall’opposizione, del capogruppo Pd Nicola Dall’Olio e da Roberto Ghiretti. Sembra che parlino di due città diverse: impressioni di settembre, appunto, nell’attesa delle impressioni di maggio 2017. Quelle degli elettori*, che dovranno decidere da che parte stare… Continua a leggere “Parma: impressioni di settembre”

Annunci

M5s: a Palermo “tutti i nostri sindaci”. Quindi Pizzarotti…?

cattura

“Tutti i nostri sindaci”: la frase è chiara sul post del sito beppegrillo.it che annuncia la manifestazione #italia5stelle che si terrà il 24-25 settembre a Palermo. E tutti, se l’italiano non è una opinione, significa tutti. A questo punto, dunque, sarà interessante capire se… Continua a leggere “M5s: a Palermo “tutti i nostri sindaci”. Quindi Pizzarotti…?”

Travaglio: “Ma ora Grillo deve graziare Pizzarotti”

Nella querelle,  ora francamente troppo lunga, Pizzarotti -M5s, oggi interviene Marco Travaglio,  da sempre benevolo verso i Cinque stelle. Nell’editoriale sul caso Raggi,  Travaglio chiede alla sindaca romana di suggerire a Beppe Grillo di “revocare la sospensione di Federico Pizzarotti,  un buon sindaco a 5 stelle che ha commesso un errore un po’ piu’ grave del nostro, nascondendo un avviso di garanzia”.

Difficile immaginare quale effetto potrà avere questo appello : ma nel confuso passaggio attuale  (Di Maio all’angolo, Casaleggio jr un po’ ai margini) la necessità M5s di ricompattarsi potrebbe a sorpresa modificare anche la situazione di Parma…

Elezioni Parma: quanti ai blocchi di partenza?

pista-atletica-elezioni

Comunali Parma 2017: si dovrebbe votare fra circa 8-9 mesi, e per chi vuole davvero vincere è quindi ormai ora di scendere in pista, almeno per gli esercizi di riscaldamento. Ma quanti sono in realtà i possibili aspiranti agli onori/oneri (e non so quali dei due prevalgano) della carica di sindaco di Parma? Continua a leggere “Elezioni Parma: quanti ai blocchi di partenza?”

Qui ci vuole una Rudomobility

rifiutiprovesi

Avete presente quando parcheggiate sulle righe blu “dimenticando” di pagare al parcometro per il ticket da esporre sul parabrezza, o quando avendolo acquistato lasciate scadere il tempo? Zac! Dal nulla si materializzano gli ausiliari Infomobility, e la contravvenzione è servita. Continua a leggere “Qui ci vuole una Rudomobility”

Stelle, Raggi e correnti: nuova stoccata di Pizzarotti a Grillo

pizzarotti facebook

Un dato di fatto è oggettivo: la vicenda Raggi, e l’inizio non certo da marcia trionfale per la giunta Cinque Stelle nella capitale d’Italia, non aiuta chi nei capoluoghi del  M5s (Milano, Roma, Genova in ordine di antipatia verso Pizzarotti) aspetta da tempo l’occasione di dare la stoccata finale all’eretico della piccola provincia. E il sindaco di Parma, su Facebook, oggi non ha mancato di farlo notare. Ecco il suo post:

Tempo fa, rilanciando l’idea di un meetup nazionale, ovvero un’assemblea nazionale tra cittadini e portavoce, scrissi pubblicamente a Beppe Grillo queste testuali parole: “Ti chiedo: la volontà è quella di lasciare che le varie correnti del Movimento lo logorino dall’interno?”. Piaccia o no, lo accettiate o no, è quello che sta avvenendo. Sono due anni che mi spendo per l’idea di un meetup nazionale, allo scopo di neutralizzare le correnti e per rendere pubblico il dibattito politico interno al Movimento. Sono due anni che chiedo di fare rete tra i sindaci per superare crisi politiche e amministrative e mettere in campo buone pratiche di amministrazione, semplicemente “sfruttando” l’esperienza di chi fa il sindaco già da qualche anno.

La risposta è stata una scandalosa e arbitraria sospensione nei miei confronti, che non poggia su nessun regolamento interno, e che dura da oltre 100 giorni. Piaccia o no, lo accettiate o no, questa è la verità.

Antennone in via Bizzozero: 6 domande di Ghiretti

La prima polemica di settembre, insieme ai ritardi nei cantieri di alcuni asili, è sicuramente quella dell’antennone sbucato in una rotatoria con grande evidenza. Dopo la scaramuccia Folli-Pagliari, oggi interviene il consigliere Roberto Ghiretti con 6 domande. Ecco il testo dell’interrogazione:

A fine agosto il Comune di Parma ha trovato sistemazione definitiva per l’antenna Vodafone sulla rotatoria che raccorda via Bizzozero con via Montebello. Tale sistemazione risulta certamente impattante non solo da un punto di vista estetico ma anche rispetto alle emissioni di onde elettromagnetiche, elemento rispetto al quale molti residenti si sono mostrati molto preoccupati.

Non risulta inoltre che in questa vicenda siano stati coinvolti preventivamente i cittadini né i rappresentanti dei consigli volontari, motivo per cui le domande che mi sono pervenute sono tante, molte delle quali senza risposta. Segnalo infine che alcuni residenti mi hanno riferito che all’accensione dell’antenna diversi canali televisivi hanno smesso di funzionare o sono disturbati sensibilmente dalle emissioni dell’antenna.

Ciò  premesso interpello l’assessore per sapere:

  • Per quale motivo si è deciso di posizionare proprio su quella rotonda l’antenna in oggetto;
  • Non era possibile valutare altre collocazioni? Quali altri luoghi sono stati presi eventualmente in esame?
  • Per quale motivo non si è coinvolta in qualche modo la popolazione residente nel corso di questo processo decisionale?
  • Rispetto alle emissioni cosa dicono le certificazioni Arpa? Siamo certi che non vi siano pericoli per la salute pubblica?
  • Lei si sente di escludere che le emissioni elettromagnetiche possano interferire con la ricezione degli apparecchi televisivi posti nelle immediate vicinanze dell’antenna?
  • Nel caso che tali interferenze venissero confermate come intende procedere?
  • ………………………………………….
  • (g.b.) – A costo di annoiare tutti i politici di Parma e non solo, ripeto quello che ho augurato al Consiglio comunale che riprende i lavori il 6 settembre. Se i toni sono sereni e concreti come in questa interpellanza, si può approfondire un problema e magari arrivare a una soluzione condivisa (spesso sarà quella della maggioranza, come è giusto in democrazia, e a volte magari sarà recepita quella dell’opposizione, come forse non sarebbe male in questo caso perchè l’antenna lì fa proprio schifo…). A Roberto Ghiretti ho già scritto su Facebook: quando i toni sono questi, ne guadagna molto l’efficacia di chi parla. Secondo me.