Parma: impressioni di settembre

fb

L’articolo, questa volta, non lo scrivo io, ma lo ricavo mettendo insieme alcune delle ultime affermazioni registrate nella cronaca politica, dal post su facebook del sindaco Pizzarotti (da cui è tratta anche la foto) ad alcune delle più recenti critiche, dall’opposizione, del capogruppo Pd Nicola Dall’Olio e da Roberto Ghiretti. Sembra che parlino di due città diverse: impressioni di settembre, appunto, nell’attesa delle impressioni di maggio 2017. Quelle degli elettori*, che dovranno decidere da che parte stare… Continua a leggere “Parma: impressioni di settembre”

Elezioni Parma: quanti ai blocchi di partenza?

pista-atletica-elezioni

Comunali Parma 2017: si dovrebbe votare fra circa 8-9 mesi, e per chi vuole davvero vincere è quindi ormai ora di scendere in pista, almeno per gli esercizi di riscaldamento. Ma quanti sono in realtà i possibili aspiranti agli onori/oneri (e non so quali dei due prevalgano) della carica di sindaco di Parma? Continua a leggere “Elezioni Parma: quanti ai blocchi di partenza?”

Antennone in via Bizzozero: 6 domande di Ghiretti

La prima polemica di settembre, insieme ai ritardi nei cantieri di alcuni asili, è sicuramente quella dell’antennone sbucato in una rotatoria con grande evidenza. Dopo la scaramuccia Folli-Pagliari, oggi interviene il consigliere Roberto Ghiretti con 6 domande. Ecco il testo dell’interrogazione:

A fine agosto il Comune di Parma ha trovato sistemazione definitiva per l’antenna Vodafone sulla rotatoria che raccorda via Bizzozero con via Montebello. Tale sistemazione risulta certamente impattante non solo da un punto di vista estetico ma anche rispetto alle emissioni di onde elettromagnetiche, elemento rispetto al quale molti residenti si sono mostrati molto preoccupati.

Non risulta inoltre che in questa vicenda siano stati coinvolti preventivamente i cittadini né i rappresentanti dei consigli volontari, motivo per cui le domande che mi sono pervenute sono tante, molte delle quali senza risposta. Segnalo infine che alcuni residenti mi hanno riferito che all’accensione dell’antenna diversi canali televisivi hanno smesso di funzionare o sono disturbati sensibilmente dalle emissioni dell’antenna.

Ciò  premesso interpello l’assessore per sapere:

  • Per quale motivo si è deciso di posizionare proprio su quella rotonda l’antenna in oggetto;
  • Non era possibile valutare altre collocazioni? Quali altri luoghi sono stati presi eventualmente in esame?
  • Per quale motivo non si è coinvolta in qualche modo la popolazione residente nel corso di questo processo decisionale?
  • Rispetto alle emissioni cosa dicono le certificazioni Arpa? Siamo certi che non vi siano pericoli per la salute pubblica?
  • Lei si sente di escludere che le emissioni elettromagnetiche possano interferire con la ricezione degli apparecchi televisivi posti nelle immediate vicinanze dell’antenna?
  • Nel caso che tali interferenze venissero confermate come intende procedere?
  • ………………………………………….
  • (g.b.) – A costo di annoiare tutti i politici di Parma e non solo, ripeto quello che ho augurato al Consiglio comunale che riprende i lavori il 6 settembre. Se i toni sono sereni e concreti come in questa interpellanza, si può approfondire un problema e magari arrivare a una soluzione condivisa (spesso sarà quella della maggioranza, come è giusto in democrazia, e a volte magari sarà recepita quella dell’opposizione, come forse non sarebbe male in questo caso perchè l’antenna lì fa proprio schifo…). A Roberto Ghiretti ho già scritto su Facebook: quando i toni sono questi, ne guadagna molto l’efficacia di chi parla. Secondo me.

“Degradata”, “#BellaParma”: ma com’è la città veramente?

IMG_8864

“Piste ciclabili che sembrano percorsi da trial, discariche di rifiuti in pieno centro storico, emergenza topi in molte zone della città, scarsa cura del verde, parchi in stato di completo abbandono: la Parma che vedo io e che praticamente ogni giorno mi segnalano i cittadini con foto e accorate mail di protesta non assomiglia neanche a un po’ a quella che il sindaco Pizzarotti spesso descrive nel mondo virtuale di internet…”

Prendiamo solo le prime righe del comunicato diffuso pochi minuti fa da Roberto Ghiretti: quasi il preannuncio di un’ultima ancora accesissima serie di polemiche politiche dentro e fuori il Municipio.

Il tema vero lo pone lo stesso Ghiretti con le sue parole, e noi lo giriamo in questo modo:…

Continua a leggere ““Degradata”, “#BellaParma”: ma com’è la città veramente?”

Ghiretti: e il bilancio Tep?

Cattura

Roberto Ghiretti torna a porre all’attenzione della città il tema della Tep. Lo fa con un comunicato stampa, del quale ovviamente occorrerà capire quanto ci sia di fondato nelle preoccupazioni del consigliere comunale. Ecco intanto il testo di Ghiretti, che ipotizza anche divergenze fra i due soci, Comune e Provincia:

Nonostante Tep sia da tempo sotto i riflettori dei media e della Guardia di Finanza i motivi di preoccupazione circa l’operato di questa gestione non accennano a diminuire, anzi.

L’ultima pessima novità è quella relativa all’approvazione del bilancio 2015. A norma di legge la scadenza era fissata per il 28 giugno scorso eppure ad oggi questo importante documento non è ancora stato approvato dall’Assemblea dei soci. Non solo, a quanto mi risulta, l’Assemblea dei soci fissata per il 29 luglio scorso è andata nuovamente deserta – si tratterebbe del terzo tentativo – e sarebbe stata riaggiornata al 9 settembre prossimo.

La cosa è quantomeno curiosa trattandosi di un bilancio che, almeno sulla carta, non dovrebbe comportare particolari problemi: Tep è un’azienda sana, con i conti in ordine e a meno di questioni straordinarie delle quali non siamo a conoscenza non dovrebbe avere problemi ad approvare il proprio bilancio. Più probabile invece che sia in atto un dissidio tra i due soci di riferimento dell’azienda, il Comune e la Provincia di Parma. Quale sia il motivo del contendere non ci è dato saperlo ma alla luce di questa impasse appare lecito chiedersi cosa stia davvero avvenendo all’interno della società, quali siano i problemi in atto e se il presidente Rizzi goda ancora della fiducia di tutti i suoi soci. A scanso di equivoci nei giorni scorsi ho depositato un’interrogazione nel merito al sindaco Pizzarotti, ma in attesa di qualche risposta ufficiale sulla questione sia chiara una cosa: Tep è un’azienda di servizi strategica per il nostro territorio, i cui conti sono sempre stati in ordine. In quattro anni si è riusciti nel capolavoro di impoverirla distribuendo dividendi milionari, svilirne lo spirito di servizio cedendo a logiche di profitto che non le appartengono, avviare una vera e propria caccia alle streghe affidando, in maniera dubbia, il servizio di controllo dei biglietti ad una società esterna.

Per quanto mi riguarda qualcuno dovrà prendersi la piena responsabilità politica di fronte ai cittadini di quanto sta avvenendo all’interno della nostra azienda di trasporti.